La protezione supernaturale in caso di incidenti d’auto.

Lars, BEd - Coffs Harbour, Australia

Photo of Lars

Ciao. Mi chiamo Lars e vivo a Coffs Harbour, in Australia, con la mia famiglia dal 2008. Non c’è voluto molto per innamorarmi del posto e della gente e per capire che andare in giro in camper faceva proprio parte del modo di vivere australiano. Infatti dopo aver fatto economia per qualche anno, comprammo una roulotte fatto su misura da alcuni nostri amici e da noi che abbiamo fatto molti lavoretti all’interno. Durante il nostro secondo viaggio con la roulotte, volevano dirigerci verso l’entroterra verso Glen Innes  con alcuni amici per una settimana.  Come al solito raccomandammo il viaggio al Signore e pregammo per la Sua protezione durante il viaggio prima di partire. Un’ora e mezza dopo, mentre eravamo già in viaggio, guidando a circa 80km all’ora sull’autostrada verso Glen Innes, all’improvviso la roulotte cominciò ad oscillare.  Fu la prima volta che mi accadeva una cosa del genere e qualunque cosa io facessi, non riuscivo a riprendere il controllo della macchina. Alla fine pigiai il freno facendo si che il camper si ripiegasse contro la macchina. Sia la macchina che la roulotte si rovesciarono, ed come se fossero una cosa sola, si rigirarono a 180 gradi facendoci ritornare nel senso di marcia da cui stavamo venendo. Quando la macchina si fermò, chiamai subito Mandy ed i bambini, ed il nostro amico Chris, che era il mio co-pilota, per sapere se stavano bene. Lode al Signore. Sebbene erano tutti a terra, nessuno era ferito e ed il nostro bambino di una sola settimana, Sam, non si era nemmeno svegliato. Tutti noi sentimmo una sensazione incredibile di pace, come si scoprì dopo, che non poteva essere spiegata dalla ragione. Io poi cercavo di aprire lo sportello, e non era così facile, quando qualcuno stava già cercando di aprirla per me e tutti uscimmo dalla macchina.


Una vicina accorse immediatamente appena sentì il rumore, avendo pensato che un aereo si fosse abbattuto durante l’atterraggio.  Lei, così come gli altri, vedendo il luogo dell’incidente,  pensarono che dovevano esserci sicuramente dei morti. Ma tutti noi, con gran meraviglia, uscimmo fuori dalla macchina senza nemmeno un graffio.


Le persone commentaro “Grazie a Dio state tutti bene”. Quindi cominciammo a raccontare alla persone la storia, dicendo loro che eravamo cristiani e che noi crediamo che Dio ha avuto cura di noi e ci ha protetti e distribuiammo dei apuscoli cristiani.


Dopo 5-10 minuti un camionista, che si era fermato poco dopo l’incidente, rimise la macchina ed la roulotte sulle ruote. Abbiamo rimandato indietro l’ambulanza, poiché non c’era nessun ferito e abbiamo solo aspettato per l’arrivo della polizia e del carro attrezzi.


Io credo sinceramente che ci fu una ragione specifica per cui accadde questo incidente. In quel periodo molti dei nostri amici iniziarono a far vacanze in camper, e per essere onesti, ne sapevano ben poco proprio come me.  Secondo un ingegnere che ho conosciuto, e che scrive degli articoli per la rivista di camper, il nostro non era stato costruito in modo tale da rispettare i criteri di distribuzione del peso, ed il modo in cui io lo avevo caricato non aveva aiutato la situazione. Non avevo usato le sbarre di distribuzione del peso né ero a conoscenza dell’importanza degli ammortizzatori e che una roullotte non può andare a più di 80-90km all’ora.


Siamo grati del fatto che Dio abbia protetto i nostri bambini e secondo la Bibbia tutto andò per il meglio per loro in quanto ora amano Dio. Il roulotte era assicurato e il danno fu valutato bene, cosa che ci premise di poter comprare un roulotte più bello e soprattutto più sicuro con i soldi dell’assicurazione, con cui abbiamo goduto viaggiare da quel momento. 

  
La macchina aveva già dei graffi sul paraurti prima di questo incidente, ed anche sul lato passeggeri, e la cosa mi aveva infastidito.  Ma non avrei mai pagato centinaia di dollari per farla riverniciare. Allora, siccome la macchina era danneggiata sul paraurti e sul lato passeggeri, l’assicurazione mi ripagò il paraurti nuovo e tutto il lato passeggeri, in questo modo la macchina sembrava molto meglio di come era prima.


Voglio ringraziare ed onorare Dio soprattutto per averci protetto. Credo che alcuni angeli usarono le loro mani come cuscini per attutire l’ impatto durante l’incidente, questo no è scontato, ma la nostra famiglia è grata per la protezione di Dio e speriamo che questa testimonianza ti abbia tirato su ed incoraggiato ad avvicinarti di più al nostro creatore, se tu non lo conosci ancora bene.   

 

Post new comment