Le meraviglie e il sostegno di Dio nella mia vita

Helen - Perth, Scotland

Photo of Helen

Ciao, mi chiamo Helen, 

Sin da bambina ho vissuto in diversi paesi. Uno di questi paesi era la Svizzera dove mio padre lavorò per la World Health Organization (Organizzazione Mondiale della Salute). Lì mi laureai come assistente medico e lavorai come tale per alcuni anni. Dopo di ciò iniziai a lavorare per la Lufthansa, come hostess di volo per quasi dieci anni. Incontrai mio marito su uno di questi voli ed era una di quelle storie d’amore da fiaba. Lui era un passegero, ci sposammo poco dopo esserci incontrati ed abbiamo avuto due figli magnifici. Qualche anno più tardi decidemmo di emigrare in Australia. Ciò era piuttosto possibile grazie alla professione di mio marito come produttore TV. Gli fù offerto un posto di lavoro a Melbourne e lo accettò. Allora ci trasferimmo in Australia nel 1983.

Cinque anni dopo il nostro arrivo a Melbourne, il nostro figlio minore  rischiò di affogare nella nostra piscina.  Le nostre vite cambiarono drasticamente.  Le ore seguenti diventavano giorni, poi mesi in cui temevamo per la sua vita.  Giorno e notte stavo affianco al suo letto, reggendolo nelle mie braccia, cantando, raccontandogli delle storie, facendo tutto il possibile per stimolare i suoi sensi, per svegliarlo dallo coma. Dopo 3 mesi, potevamo portare nostro figlio a casa ma il suo corpo era bendato rigidamente e soffriva di un attacco dopo l’altro. (Diagnosi: paralisi celebrale). Dottore diceva che doveva  essere nutrito tramite un tubo. L’unica cosa su cui aveva il controllo era l’aprire e il chiudere gli occhi. Questo era l’unico modo per comunicare con noi.

In questo periodo incredibilmente difficile supplicai, no, piutosto urlai a Dio di darmi la su assistenza  perché la situazione andava oltre le mie forze. Avevo  disperatamente bisogno di aiuto. Alcuni mesi dopo che Ted tornò a casa iniziammo una terapia estensiva e pubblicammo un articolo sulla prima pagina di un giornale cercando dei volontari. Il giorno seguente ricevetti una telefonata da un signore molto gentile che aveva letto il mio articolo. Egli non aveva  possibilità di aiutarmi con la terapia ma mi volle mostrare come Dio avrebbe potuto guarire mio figlio. Ci incontrammo qualche giorno più tardi. Usando la Bibbia mi mostrò la scrittura in GIOV 3:5, dove si legge che una persona deve rinascere  di nuovo con l’acqua e lo Spirito. Ciò significa essere battezzati da adulti con piena immersione (per la remissione dei peccati) perché indica la tua libera scelta di seguire Cristo oppure no. Il battesimo da bambino non è biblico perché un bebe non ha commesso nessun peccato, nè può prendere una decisione talmente importante e ricevere lo Spirito Santo. Mi spiegò anche che si inizia a parlare in una nuova lingua di preghiera nel momento in cui si riceve lo Spirito Santo. La Bibbia chiama ciò “parlare in nuove lingue”. Allora venni ad una riunione e fui subito convinta vedendo la serietà e l’amore per Dio che queste persone avevano. Però, essendo scettica esitai per alcuni mesi finché non fui convinta al 100%. Fui battezzata e ricevetti lo Spirito Santo così come è descritto nella Parola di Dio (in ATTI 2:37-38).

Quel giorno vidi tanti miracoli. Il mio cuore si riempì di un amore che non avevo mai provato prima e con una tale gioia pensavo che il mio cuore si sarebbe spezzato in duela mia stanchezza fisica svanì (avevo dormito pochissimo in quei giorni). È proprio vero, Dio è vivente! Egli è reale. Tutte le mie paure sparirono. Gli attacchi di Ted si fermarono immediatamente, fù nuovamente in grado di ingoiare e mio marito, non sapendo della decisione che avevo preso, mi diceva: “Smetterò di bere”. Per molti anni questo fu un grande problema per il nostro matrimonio. Fu anche un miracolo che ci riuscì senza sintomi da astinenza! Ted migliorò sempre di più nei giorni seguenti e io fui molto grata per l’intervento di Dio nelle nostre vite! Tutto questo portò normalità e pace nella nosta casa, ciò era molto importante specialmente per il nostro figlio primogenito che aveva sofferto tantissimo della situazione.

Gli anni seguenti portarono tanti miracoli e guarigioni, ci vorrebbe un libro intero per raccontarli tutti. Per menzionare solo alcuni: due anni dopo, anche mio marito diventò cristiano testimoniando la scomparsa di un tumore abbastanza grande che mi fu diagnosticato. Avendo sofferto di cancro prima,  il mio dottore era  molto preoccupato e mi mandò immediatamente a fare delle radiografie. Chiesi di pregare in chiesa secondo ISA 53:5 “Ma egli è stato trafitto a causa delle nostre trasgressioni, fiaccato per  le nostre iniquità; il castigo, per cui noi abbiamo la pace, è stato su di lui, e per le sue ferite noi abbiamo ricevuto la guarigione”. Il tumore scomparve cinque giorni più tardi, mentre stavo seduta nella sala d’aspetto dello specialista. Grazie a questo miracolo  il mio dottore ricominciò ad andare in chiesa. Qualche anno dopo mio fratello si ruppe una spalla cadendo con la sua sedia a rotelle ma fu guarito 4 giorni dopo quando fu unto con l’olio ed un caro amico pregò per lui .

Nel 1986 ritornammo in Germania, e sfortunatamente poco dopo il mio matrimonio andò in crisi e mio marito morì nel 2000. Quindi io ed il più giovane dei miei figli ci trasferimmo in Scozia dove abbiamo trovato molti nuovi amici.

Ted era molto attivo mentalmente; sebbene fosse fisicamente disabile lui era contento della sua vita e la viveva pienamente. Degli amici fantastici e molto cari facevano sì che lui potesse partecipare a molte gite. Nel 2010 dopo un periodo di grande dolore, lui mi lasciò per stare con il Signore, e senza Dio io non sarei riuscita a far fronte a tutti i problemi di questi ultimo anni. Lui è sempre stato fedele alle Sue promesse e mi dava molta forza, guido (nutrizione, disintossicazione, terapie etc.) ed aiuto per affrontare ogni situazione e sono molto grata per questo. Il Signore si prendeva cura anche del mio primogenito, e lo aiutava perchè non era facile crescere con un fratello che aveva bisogno di molte attenzioni, più di quanto non ne avesse lui.

Con tutto il mio cuore vorrei ringraziare e lodare Dio per essermi stato accanto in quegli anni così difficili e per averci mostrato come poter essere salvati. Caro lettore, per favore non aspettare troppo, il tempo passa, ed il giorno del giudizio verrà molto presto. In EBR 9:27 si legge: ”E come è stabilito che gli uomini muoiano una sola volta, e dopo ciò viene il giudizio, così anche Cristo, dopo essere stato offerto una sola volta per prendere su di sé i peccati di molti, apparirà una seconda volta senza peccato a coloro che lo aspettano per la salvezza.” Solo tu piui decidere dove andare, o in cielo od all’Inferno. Voltati a Lui con tutto il tuo cuore e lui ti darà il magnifico dono della salvezza e si prenderà cura di te amorevolmente. Lo ha promesso nella Sua Parola.

Che Dio ti benedica,

Helen.
 

Post new comment