Libero dal mondo dell’occulto!

Henry - Glasgow, Scotland

Photo of Henry

Ciao a tutti! Mi chiamo Henry, quando andavo spesso a Goa in India nel 1985/86/87 mi soprannominarono MISCHA. Stefanie, una ragazza proveniente da una discoteca elegante di Monaco, chiamata “Sugar Shake”, mi introdusse nel mondo hippy di Goa, dove i rave parties, musica, ragazze e ogni genere di droghe – specialmente l’acido - erano all’ordine del giorno!

Durante il mio secondo viaggio in India salii sull’Himalayas poiché volevo visitare una dei più grandi festivals Hindu del mondo - la KUMB MELA. Non ci intendavamo molto della loro religione, però anche loro fumavano “dope” e allora ci trovevamo bene. In quel momento la droga diventò una parte importante della mia vita e non riuscivo ad immaginarmi una vita senza droga ed inoltre mi interessavo anche di filosofia orientale.

Prima di partire per la terza volta per l’India mi capitò di trovare un libro intitolato “Gesù visse in India”. Nonostante il mio disprezzo per il mondo cristiano in Germania e il mancato interesse per i culti religiosi ero affascinato dal fatto che questo “bizzarro” Gesù era anche lui viaggiato l’Himalayas proprio come noi…. Con il libro tra le mani arrivai di nuovo in India e la vita mi trasportò di nuovo. In quel momento incontrai Damita, una ragazza Maori proveniente dalla Nuova Zelanda e mi feci quindi trasportare dall’amore. Damita era una maga “buona” e mi introdusse nella dimensione più profonda dello stile di vita del “New Age” dove la magia era parte della sua vita di ogni giorno. Assumere droghe ed andare alle feste era all’ordine del giorno, fino a quando una notte la mia vita cambiò.

Arrivammo tardi ad una festa (verso le due o tre di notte) riuscimmo ancora ad assumere molta droga fino a quando ci rendemmo conto che avevamo esagerato…. Superammo la notte ed in mattinata incontrai un ragazzo bizzarro, con un nome altrettanto bizzarro che mi offrì altra droga. Ci cascai nella sua trappola ed immediatamente mi resi conto che c’era qualcosa di strano. Invece di sentirmi meglio, un senso di orrore mi avviluppò, trasportandomi verso una sequenza di esperienze da incubo. La festa si trasformò in una fiction diabolica. Le persone da allegre si trasformarono in agonizzanti. Il tempo sembrava essersi fermato. L’inizio e la pausa del tempo si ripeteva in una maniera così potente tanto che io iniziai ad avere davvero paura. Il mio cuore bruciava cosi forte che io diventasti quasi incosciente. Le persone intorno a me erano diventate maniache e l’intera atmosfera era piena di paura; manifestazioni di sofferenza, allucinogene e supernaturali. Nel momento in cui il ragazzo dal quale avevo preso la droga andò via, notai dietro alla sua giacca di pelle tre teschi in ordine simbolico - simboli del mondo occulto.

Da quella notte le cose intorno a me si trasformarono. Mi resi conto della presenza demoniaca nella mia vita che influenzava tutto il mio essere. Presto lasciammo Goa per andare in Nepal con la speranza di trovare delle risposte a tutto quello che era accaduto. Una visita al monastero buddista mi procurò ancora peggiori manifestazioni magiche (telepatia). In Kathmandu io e Damita ci lasciammo poiché il suo forte coinvolgimento in droga e magia non riuscivo più a sopportarlo.

Lasciai il Nepal con la speranza di liberarmi da quella forza strana e nuova e dalla magia che mi circondava. In India le cose peggiorarono ancora di più e mi resi conto di aver sbagliato in qualcosa. Nel momento in cui capii che il ragazzo che avevo conosciuto possedeva un fucile (poiché voleva sparare il DJ dopo aver scoperto alcuni messaggi razzisti subliminali in un testo di musica durante la festa) mi bastò per comprendere che quell’ambiente non era più per me. Un sentimento di paranoia aveva assalito la mia vita e si era impossessato fortemente del mio essere. Mi resi conto che non potevo più assumere droghe poiché ero già molto vicino allo stadio di pazzia e che il tentativo di assumere dell’altra droga aveva risvegliato in me l’orrore di quella notte. Iniziai a valutare le cose e gli eventi intorno a me considerandoli come presagi. Ero impaurito per il futuro…. Ero diventato cosciente dell’influenza del mondo spirituale, senza rendermi conto veramente cosa stava succedendo intorno a me.

Sull’aereo verso l’Europa ero impaurito delle manifestazioni supernaturali che sarebbero potute capitarmi. La mia vita da drogato era ridotta a pezzi e non sapevo come fare a riprendere una vita normale in Germania. Mi chiedevo se la gente si rendesse conto che ormai la mia vita era dominata dal caos? Le cose che erano accadute durante gli ultimi mesi erano troppo pesanti non le potevo condividere con nessuno. Mi sentivo intrappolato, senza più alcuna speranza, in un mondo di magia e paura, forse necessitavo un trattamento psichiatrico per uscire fuori da questa situazione? Avevo visto gente impazzire a Goa che avevano perso la loro sanità mentale solo dopo aver assunto un LSD solo. (Poi in seguito ho imparato dalla bibbia che assumere della droga - “pharmakeia” era in realtà una forma di magia che Dio vieta assolutamente!(APO 21:8))

All’aeroporto di Damasco mentre aspettavo per prendere un volo per la Germania, iniziai a parlare con un uomo inglese che lavorava a Calcutta. Gli chiesi la sua opinione sul Buddismo poiché io cercavo ancora di comprendere le manifestazioni telepatiche capitatemi al monastero. La sua risposta fu letteralmente sorprendente, le sue parole furono le parole più importanti che un uomo mi avesse mai detto - egli disse :”Prima di addentrarti ancora di più nel buddismo, considera quello che Gesù Cristo ha fatto per noi - Egli è morto per i nostri peccati e solo attraverso lui tu puoi intraprendere una nuova vita.” Questa fu veramente l’unica risposta che mi soddisfò, in quel momento dove io ero pervaso dalla paura. Il volo dell’uomo fu annunciato ed egli sparì mentre io scoppiavo in lacrime.

Tornato in Germania le manifestazioni magiche continuarono nella mia vita, ad un certo punto pensai anche al suicidio, ma avevo una speranza in qualche modo, sapevo che Gesù Cristo avrebbe potuto aiutarmi nella mia disgrazia. Mi ci volle all’incirca un anno per tornare ad una vita normale (in superficie) ma io ero incapace di avere contatti normali con la gente e con gli amici. Mi chiudevo sempre più in me stesso poiché non volevo trascinarli nel mio mondo di superstizione e simbolismo. Per fortuna ebbi un buon lavoro che mi aiutò ad inserirmi di nuovo nel mondo. La battaglia spirituale invece diventava sempre più dura quando più diventavo dipendente della musica TECNO ed delle feste RAVE.

Un giorno incontrai per le vie di Monaco di Baviera una cristiana di nome Ursula che mi chiese se credevo in Dio. Tre ore dopo noi eravamo ancora a parlare ed io capii dal primo momento che lei conosceva la verità. Lei conosceva le risposte reali e le cose iniziavano ad avere un senso. Imparai cosa significa essere davvero cristiani, lessi passi biblici che parlano della salvezza, il potere di Satana che corrompe il mondo che ci circonda, l’influenza satanica che c’e nella droga e nella musica rock, sullo scarso entusiasmo e la disposizione di fare compromessi della maggior parte delle chiese, sul fatto che Gesù è vivo e reale per quelli che lo cercano attraverso le Scritture… notai la sua umiltà e fede in Dio!

Per sei settimane andai agli incontri che si tenevano in casa, poiché queste persone erano preparate nel fornirmi delle risposte. Capii che la bibbia è la vera Parola di Dio diretto a noi, e per la prima volta notai il potere dello Spirito Santo che si mostrava attraverso dei segni concreti tra i credenti. Domenica 23 ottobre 1988, fui, con mia grande gioia, battezzato da Robby (il leader del gruppo di casa locale) aveva eliminato tutte quelle forze demoniache che si erano impossessate della mia vita e mi stavano mandando in rovina. Uscendo dall’acqua fui liberato dal male, come Gesù aveva promesso, attraverso la Parola di Dio!

2 TIM 2:26: "in maniera che, tornati a sasa mente, uscissero dal laccio del diavolo, dal quale erano stati presi, per far la sua volontà.”

GIOV 8:32: "...la vertità vi libererà.” (King James Version)

Non ho mai sentito la presenza di Dio sull’Himalayas ma lui ha dimostrato amore e cura per un peccatore (come me) li e quindi a Damasco attraverso le parole di quell’uomo inglese si era rivelato a me, facendomi riflettere su quello che lui aveva fatto per noi sulla croce: Gesù ha pagato il prezzo per i nostri peccati liberandoci dalle nostre colpe, se noi iniziamo a seguirlo prestando attenzione alle sue parole. Loda Il Signore per la Sua pazienza ed amore!

Da quel momento non mi sono drogato più e nemmeno ho provato il desiderio di fare ciò. Adesso vivo con la verità e nella quale (Gesù Cristo rappresenta la verità) che mi ridà nuova gioia nella vita. Dal momento in cui mi sono battezzato nessuna influenza demoniaca o presenze occulte hanno più avuto luogo nella mia vita e quindi la mia vita è ritornata ad essere sana dal punto di vista mentale con una normale prospettiva di vita. All’incirca due anni dopo la mia conversione noi (il nostro gruppo di casa a Monaco) ascoltammo una predica dal pastore David Wilkerson di New York. Il titolo era “Sulla strada per l’inferno” e David Wilkerson parlò di una visione dell’inferno che mi colpì molto nel momento in cui lui descriveva scene quasi identiche ad alcune esperienze da me vissute durante la notte del viaggio dell’orrore a Goa.

Adesso sono all’incirca quindici anni da quando sono stato battezzato e ho ricevuto Lo Spirito Santo con il prezioso dono di “parlare in lingue”. Lodo Il Signore e Lo ringrazio per avermi giudato sulla Sua strada, e non c’e stato un solo giorno nel quale io mi sono pentito di averlo seguito. Noi non siamo perfetti ma i buoni frutti dell’esercizio e della disciplina sono presenti in molti modi nelle nostre assemblee… I nostri insegnamenti si basano sulle Scritture in ogni aspetto e attraverso uno studio approfondito della storia (specialmente la storia cristiana) vinciamo sempre piú comprensione per mantenerci sulla buona via dei nostri predecessori della fede. Mia moglie e io adesso viviamo in Scozia e siamo felici di essere parte di questo eccitante lavoro in Cristo.

Con l’amore di Cristo,

Henry
 

Post new comment