La vita vittoriosa in Gesù Cristo

"Egli divise il mare..." (SALM 78:13-17 e SALM 78:41). "Ma essi continuarono a peccare contro di lui e a ribellarsi all'Altissimo..." (SALM 78:14-17). Il Salmo 78 dimostra da una parte la forza e le meravigliose opere di Dio e dall’altra i miserevoli fallimenti della Chiesa del Vecchio Testamento (Israele era il popolo di Dio del Vecchio Testamento). Siccome noi siamo la Sua Chiesa del Nuovo Testamento, noi possiamo inoltre apprendere molte lezioni utili da questo. Ci sono quindi molti punti di particolare importanza anche per noi, la chiesa del Nuovo Testamento del Signore Gesù Cristo. Il popolo di Israele era in Egitto, in schiavitù. Sotto i colpi di frusta, loro erano costretti a fabbricare mattoni, costruire piramidi, case e molto altro. Erano lì come schiavi. Non erano come servi ma come schiavi nel senso più assoluto. Allora Dio mandò un uomo, Mosè. Gli diede un aiutante, Aaron, e poi Israele fu liberato dall’Egitto, lode al Signore. Così come noi siamo liberati dal dominio del peccato, così gli israeliti furono salvati dal potere del Faraone. Il Faraone si rifiutò di ascoltare. Ora, non era compito di Mosè persuadere il Faraone. Non importa quanto Mosè avrebbe provato a persuadere il Faraone, ciò non avrebbe funzionato, allora parlò Dio: Mosè, non temere, io confermerò la mia Parola attraverso segni e meraviglie. La liberazione La liberazione è un’ulteriore opera di Dio. La redenzione è sempre l’opera di Dio. Io personalmente non posso fare molto. Tutto quello che posso fare è di essere d’accordo nell’essere condotto fuori dall’Egitto, questo è tutto. Io devo essere concorde e obbedire. Se sono concorde ed obbedisco, soprattutto ai giorni nostri, sarò condotto fuori dalla terra d’Egitto, terra di schiavitù, terra e vita del peccato e Dio mi assicurerà la fuga. È completamente opera di Dio. Egli trasformò l’acqua in sangue. È importante capire che il trasformare l’acqua in sangue fu il primo miracolo nel Vecchio Testamento e la trasformazione dell’acqua in “vino“ fu il primo miracolo del ministero di Gesù nel Nuovo Testamento. Questa è la differenza tra il Vecchio e il Nuovo Testamento. Gesù venne per trasformare l’acqua in “vino”. Teniamolo bene a mente. La liberazione dall’Egitto è la liberazione dalla vecchia vita peccaminosa. Ciò è fantastico ma non è tutto. Per prima cosa, Israele doveva essere liberato. Dopo esso raggiunse il deserto. Quando Dio creò il mondo, sicuramente pensò ad Israele, alla Sua chiesa del Vecchio Testamento. Sicuramente Egli avrebbe potuto creare uno dei più bei panorami con verdi pascoli ed abbondanza di bestiame e pozzi di acqua dolce, ma non lo fece. Al contrario, Egli lasciò che ci fosse un deserto che separava l’Egitto dalla terra promessa. Ciò mi dà prova del fatto che fu la piena volontà di Dio per i Suoi figli a quel tempo e per noi oggi di avere un’esperienza nel deserto tra l’Egitto (la mia vecchia vita) e la destinazione nella mia nuova vita. La disciplina Questo è il piano perfetto di Dio per la mia vita. Perché? Perche non si possono apprendere la disciplina e la volontà di Dio sotto il dominio del Faraone né a Cana (Israele). Si possono solo apprendere sotto delle severe condizioni, sotto il sole cocente e nell’arido deserto, dove non c’è né pane né acqua. Solo lì posso sviluppare la qualità spirituale di confidare in Gesù, qualsiasi cosa succeda. Alleluia!... Questo era il piano perfetto di Dio: innanzitutto la liberazione dall’Egitto e poi la disciplina nel deserto. Noi dobbiamo apprendere la disciplina e se non impariamo a confidare in Dio, anche nelle circostanze più difficili, saremo come un pezzo di legno in un mare tempestoso. Esso sarà trascinato su ogni onda e cadrà in ogni fossa, risalendo e ricadendo, su e giù. Questo non è quello che Dio vuole per noi. Egli vuole vedere stabilità in noi. Dio vuole che confidiamo in Lui sia che ci sia il sole sia che ci sia la luna, giorno e notte. Comunque, anche nel deserto posso apprendere una grande lezione dai figli di Israele. Posso apprendere che Dio non permise che essi morissero. Egli diede loro acqua e manna. Inoltre diede loro carne. Egli diede loro una colonna di nubi durante il giorno ed una colonna di fuoco durante la notte, tutto soprannaturale. Una nuvola di gloria copriva il tabernacolo. Fantastico.. Nel deserto, i figli di Israele ricevettero le fondamenta per il loro servizio a Dio. Loro dovettero imparare come onorare Geova, nel deserto non a Cana. Non nella terra promessa ma nel deserto. Loro dovettero imparare a confidare nel loro Dio, che Egli è un Padre gentile e che non potrebbe sopportare che loro morissero di fame o di sete. Egli gli guidò in modo soprannaturale. Lo sviluppo Una volta mi fu chiesto che cosa sarebbe accaduto se Adamo ed Eva non avessero ceduto quando furono tentati dal serpente. Che cosa sarebbe accaduto…? Io dissi loro che credo che dopo la tentazione n. 1, sarebbe seguita una prova n. 2 e una prova n. 3.. Non è che Dio voglia metterci alla prova fino al punto in cui cediamo, ma Dio sa che la forza spirituale si può solo sviluppare in circostanze difficili, nelle tentazioni, prove ed esperienze nel deserto. Altrimenti la bellezza della santità non potrebbe splendere ed il nostro carattere Cristiano non potrebbe maturare. Quindi se voi state in questo momento fallendo una prova, potete essere sicuri che la stessa prova sarà ripetuta due volte, tre volte, o anche trenta volte fino a quando non l’avrete superata e poi, Dio vi promuoverà ad un livello più alto. Questa è la ragione perché alcuni progrediscono più velocemente di altri, ma Dio vuole vederci maturare, in maniera tale che la bellezza della santità, la bellezza di Gesù Cristo raggiunga la massima completezza!!! Se ogni giorno avesse solo vittorie, noi non avremmo alcuna profondità. Ma io so una cosa: il mio Dio è il Dio che mi libera dagli orsi e dai leoni e quindi Egli può liberami da questo Golia. La provvidenza Poi vedere che le intenzioni di Dio sono quelle dell’amore? Un’ altra cosa che mi ha colpito è che se noi seguiamo la guida dello Spirito Santo (la colonna di nubi di giorno ed la colonna di fuoco di notte) possiamo essere sicuri del nostro approvvigionamento perché la manna cadde sempre lì dove c’era la nuvola. Se Israele non avesse seguito la nuvola, sarebbe morto di fame. Io credo che anche quando la tromba suonò nella notte Israele dovette alzarsi velocemente e seguire la colonna di fuoco. Di notte? Perché? Perché loro sapevano che se essi non l’avessero seguito, anche di notte, essi non avrebbero avuto nulla da mangiare al mattino. Sì, veramente noi dobbiamo seguire. Ogni uomo e donna che segua la guida dello Spirito Santo non deve preoccuparsi per il pane e l’acqua. Esso verrà tanto sicuramente quanto Dio siede sul Suo Trono, questa è la Sua promessa. “Ora il mio Dio supplirà ad ogni vostro bisogno secondo le sue ricchezze in gloria, in Cristo Gesù.” Alleluia! Dobbiamo apprendere queste lezioni. Finalmente dopo 38 anni, essi raggiunsero la terra di Cana, la terra promessa. Ancora un altro miracolo si verificò. Il fiume Giordano si aprì, permettendo loro di passarvi attraverso anche con l’alta marea. Il dominio Per prima cosa c’era la liberazione dall’Egitto, poi la disciplina nel deserto e poi ancora il dominio nella terra promessa. Liberazione, disciplina, dominio: ciò significa REDENZIONE! Noi pensiamo che redenzione significa lasciare alle spalle i nostri peccati. No!! Redenzione significa molto, molto di più: liberazione dal peccato e il lasciare alle spalle le comodità e la schiavitù in Egitto. Io non sarò più colpito dal bastone dell’oppressore, come possiamo leggere in Isaia, capitolo 9. Io sono libero, grazie a Dio, ed loderò il Suo nome fin quando vivrò in terra e nei cieli. Ora vorrei rivolgere l’attenzione al secondo punto: il periodo della liberazione durò per più di un anno. Poi ci vollero altri 38 anni per imparare a confidare in Geova (quindi anche tu impara ad essere paziente!). E in terzo luogo, il dominio: loro regnarono per 500 anni a Cana. Giudica te stesso: un anno di liberazione, 38 anni di disciplina, per esempio imparare a confidare in Dio nelle situazioni più difficili e in terzo luogo regnare per 500 anni. Poi ora comprendere il cuore del Signore? L’intenzione di Dio per noi è di essere tutti insieme a Lui dei governatori. Questo è ciò che è nella Sua mente. Io non penso che il Signore sia felice se noi inciampiamo su ogni pietra lungo il cammino. Dio non ci creò per star seduti sulla sabbia bollente del deserto e spargere lacrime. Sicuramente questo accadrà di tanto in tanto. Comunque, l’intenzione di Dio per te e per me è che dovremmo regnare ed avere dominio attraverso la Sua forza ed il potere dello Spirito Santo. Alleluia! Questo è meraviglioso! La nostra aspettativa di vita è di 80 anni. Un anno forse è una settimana nella vostra vita. 38 anni sono circa l’equivalente di 4 anni ed il rimanente sarebbe vero e proprio dominio per la gloria di Dio! I governatori Questo è ciò che Dio vuole che sia la nostra vita, cioè che noi diventiamo cristiani maturi. Apprendiamo velocemente questa lezione e Dio ci renderà governatori. Nessuno può regnare senza aver prima imparato ad obbedire. Quindi prima tu impari ad obbedire e prima Dio ti renderà un governatore nel Suo Regno… Quando io finalmente raggiunsi questo, era come se avessi una visione totalmente nuova. La nostra chiamata non è una dove tu dovresti essere un figlio oppresso di Dio. Dio vuole che governiamo la nostra carne e stiamo forti nel potere della Sua forza. Il peccato non dovrebbe avere alcun dominio su di te. Tu dovresti avere dominio sul peccato. Lo spirito di paura non ti dovrebbe governare. Tu dovresti governare lo spirito di paura nel Nome di Gesù. Tu dovresti governare le libidini della carne. Tu dovresti governare tutte queste cose che incombono su di te! Dovresti sedere sul trono nel Nome di Gesù e regnare nel potere della Sua Forza… Questa è la nostra ultima vocazione: essere un governatore con Gesù Cristo! Israele ha dovuto imparare molto. Loro furono schiavi per 400 anni prima di lasciare l’Egitto ed essere liberati. Passarono 400 anni di tenebre. Furono oppressi per 400 anni, ad eccezione forse dell’epoca di Giuseppe. Furono amaramente sconfitti. Erano completamente depressi. Non avevano nessuna confidenza e quando furono sottratti alla schiavitù dovettero imparare a confidare nel loro Dio. Il cambiamento Essi dovettero cambiare ogni cosa: i loro pensieri, la loro lingua, la loro apparenza esteriore, ogni cosa doveva essere cambiata e rinnovata. Loro dovettero resistere e combattere contro i nemici che li attaccavano. Essi entrarono in una fase completamente nuova. Forse tu ti trovi nel deserto o sei già a Cana, ma non dimenticare l’Egitto. Ci è voluto un anno per uscire dall’Egitto. Per imparare la disciplina ci sono voluti 38 anni e per il dominio 500 anni. Questo è quello che Dio ci chiede: che non siamo governati dal diavolo, non dalla nostra mente, né dalla nostra carne, ma solo dallo Spirito Santo. Dobbiamo dare a Dio l’opportunità di insegnarci a confidare in Lui e poi Lui creerà una colonna che noi possiamo seguire. Io credo che il popolo di Israele non abbia mai dormito in pigiama nel deserto perché esso non sapeva mai quando la tromba avrebbe suonato, dandogli nessuna opportunità di vestirsi. C’era solo il tempo di raccogliere i picchetti delle tende, mettere le tende sulle spalle e seguire velocemente la colonna. La prontezza Dobbiamo sempre essere in uno stato di prontezza spirituale. Adagiarsi è la cosa peggiore che possa accadere. Se tu perdi la colonna di nuvola anche una sola volta, può essere che la perdi per un anno intero. Ritrovarla di nuovo è una meta difficile. Rimaniamo sul cammino, teniamo passo, restiamo nella fila e alziamoci quando la tromba suona. Altrimenti, potresti perderti il tuo cibo! È facile scappare. È molto più difficile imparare la disciplina, ma questo è esattamente il piano e l’intenzione di Dio per me per te. Nel momento in cui apprendi questa lezione ti troverai sulla riva del Giordano e comincerai la fase successiva: avere dominio e sopraffare tutte le cose cattive intorno a te. Non pagherai loro nessun tributo, mai più, ma esse pagheranno un tributo a te. Questo è ciò che accadde a Davide nel suo ministero. Nel corso della sua vita esse gli pagarono tributo. Egli mise i suoi piedi sulla testa dei re, lode a Dio! Essi giacevano ai suoi piedi. Davide governò e si riversavano le benedizioni di Dio. Noi siamo chiamati a regnare nel Nome di Gesù! di Reinhard Bonnke (Cristo per tutte le nazioni, Africa) fonte: CfaN Revival Report Tradotto dal tedesco: "Das siegreiche Leben in Jesus Christus"