John G. Lake – Un uomo di fede ed opere

Il ministero del Dr. John G. Lake ha portato alla guarigione scientificamente confermata di oltre 100.000 persone, attraverso la preghiera nel nome di Gesù Cristo. La sua vita fu un esempio importantissimo di fede messa in opera.  John Lake credeva che OGNI Cristiano deve condurre una vita simile, sperimentando la completezza di Cristo. Egli non ha mai smesso di esortare gli altri a raggiungere  tale completezza, che Dio è pronto a conferirci.

Nella sua giovinezza, John Lake ha dovuto spesso confrontarsi con la malattia.

John G. Lake nacque nel 1870 ad Ontario, in Canada, ed era uno di sette tra fratelli e sorelle. Sin dalla nascita era piuttosto malaticcio, così come il numero dei suoi fratelli e sorelle, otto dei quali erano già morti quando lui era un giovanotto. Egli entrò a far parte di una chiesa metodista all’età di 16 anni e decise di aver fiducia in Dio solo per la sua guarigione.

Due anni dopo essersi sposato con Jennie Stevens (che sposò nel 1893), a lei fu diagnosticata una tubercolosi ed una malattia cardiaca. In pochi anni le sue condizioni peggiorarono, ed i medici le dissero che non c’era nient’altro da fare per lei, e visto che anche alcuni dei suoi parenti erano ammalati, ed ora anche sua moglie, Lake cominciò a chiedersi dove fosse il potere di Dio.

Egli ebbe una prova di guarigione sotto il ministero di John A. Dowie

Da giovane egli ebbe prova del potere guaritore di Dio, quando sua moglie, giovanissima, soffriva di reumatismi che deformarono le sue gambe, e fecero curvare tutto il suo corpo. Egli andò alla ‘Healing Home’ (casa di guarigione) di John Alexander, a Chicago, dove un uomo anziano distese le mani su Lake guarendolo immediatamente.

Nel corso degli anni, Lake portò altri membri della sua famiglia presso la 'casa’ di  Dowie per farli guarire, determinato a fare in modo che nessun altro morisse e pregò molto il Signore per la loro guarigione!

Durante gli ultimi istanti di vita di Jennie, Lake lanciò, nella disperazione, la sua Bibbia contro la griglia del caminetto, ed essa si aprì agli Atti capitolo 10. I suoi occhi caddero subito sul versetto 38: "come Dio abbia unto di Spirito Santo e di potenza Gesù di Nazaret, il quale andò attorno facendo del bene e sanando tutti coloro che erano oppressi dal diavolo, perché Dio era con..."  Lake capì tramite questo versetto che Dio non era responsabile della malattia di Jennie né di altre malattie. Egli allora capì che era il diavolo la causa della malattia della moglie e che il diavolo era l’unica cosa che stava distruggendo la sua vita.

Sua moglie rinvenne miracolosamente, in risposta alla sua preghiera.

Tecnicamente, Jennie era morta, tuttavia quel giorno Lake, inviò un telegramma a Dowie, affermando che il suo spirito non avrebbe mai abbandonato Jennie e che avrebbe continuato a pregare Dio e che era convinto che, se Dowie avesse pregato per lei, lei si sarebbe salvata. Jennie si alzò e si sentì meglio nel giro di un’ora! Ciò accadde nel 1898 e divenne una cosa popolare, portando molti visitatori nella loro casa per vedere il miracolo di Dio e per essere essi stessi guariti.

Questi eventi portarono Lake ad un meraviglioso ministero del potere ed alla consacrazione allo Spirito Santo, che divenne il fulcro della sua vita e del ministero. John G. Lake predicò il Vangelo  con una tale vitalità e un tale potere che raramente si vedono ai giorni d’oggi.

Occupandosi di vendite immobiliari e di finanza, John Lake divenne molto ricco negli anni, ma fu proprio in quegli anni che Dio ebbe a che fare con lui in modo tanto significativo da far cambiare il corso della sua vita. In quel periodo, egli continuò a praticare il ministero della guarigione. Ogni risposta alle preghiere ed il miracoloso tocco di Dio, creavano in lui un maggior desiderio delle cose più profonde dello Spirito. Nella sua vita d’affari, egli rese un’abitudine il dover pregare ovunque fosse ogni notte. Dopo aver fatto i suoi doveri, si univa agli amici che, come lui, era determinati a voler ricevere il battesimo nello Spirito Santo poiché credevano che i primi discepoli lo avessero ricevuto. (ATTI 2:1-4).

Alla fine, John Lake fu battezzato nello Spirito Santo

La sua preghiera era: “Dio, se tu mi battezzi nello Spirito Santo e mi offri il potere di Dio, non permetterò che nulla si interponga tra me e l’obbedienza al cento per cento.”

Qualche volta dopo aver pregato, egli accompagnava un ministro a pregare per una signora invalida che aveva avuto reumatismi infiammatori per 10 anni. Mentre il ministro parlava con la signora, John Lake se ne stava seduto nella parte opposta della stanza profondamente concentrato. Egli affermò di essersi sentito come se fosse passato sotto una doccia o sotto una calda pioggia tropicale che non cadeva solo su di lui, ma attraverso lui. Tutto il suo essere era stato assopito in un profondo senso di calma e tranquillità. Un senso sbalorditivo della presenza di Dio si distese su di lui.

Dopo alcuni minuti, gli sembrò di sentire il Signore che diceva: “Io ho sentito le tue preghiere, ed ho visto le tue lacrime. Ora ti battezzo nello Spirito Santo”.  Allora il dottor Lake sentì delle “correnti di potenza” che cominciarono a scorrere nel suo essere, aumentando così tanto che tutto il suo corpo cominciò a vibrare.

John G. Lake In quel periodo, l’amico ministro gli chiese di unirsi a lui in preghiera per la donna. Egli trovò delle difficoltà nel camminare per la stanza; la presenza del Signore era molto forte. Non appena egli toccò la testa della sorella con la sua mano, le sue mani ricurve si aprirono e le congiunture cominciarono a muoversi. La donna che era stata invalida per molto tempo, si alzò dalla sua sedia a rotelle ed era completamente guarita! Come conseguenza del suo battesimo nello Spirito Santo, Dr. Lake testimoniò di aver visto il genere umano con occhi diversi. Egli aveva un grande desiderio di proclamare il messaggio di Cristo e di dimostrare il Suo potere al mondo.

Da questo punto in poi egli potè difficilmente dare attenzione ai suoi affari, predicando agli uomini che venivano presso il suo ufficio, piuttosto che vendere loro assicurazioni!  Molti lasciarono il suo ufficio che si erano convertiti a Cristo:

"Dopo alcuni mesi, io riscontrai che il mio interesse negli affari commerciali e materiali  stava svanendo. Un uomo veniva nel mio ufficio. Io non potevo pensare dei suoi soldi. Mi preoccupavo solo della sua anima. Era salvato? Potevo portarlo verso Gesù? E molte volte finiva che io gli parlavo del meraviglioso Salvatore e che ci mettevamo a pregare invece di parlare d’affari. Oh miei amati, quando lo Spirito di Gesù, lo Spirito Santo, arriva, è la passione di Gesù proprio per le anime.

Tu devi amarli. Non puoi farne a meno. Gesù morì per loro. Lo Spirito Santo è il Suo Spirito.  Egli li ama. Egli ama attraverso te.  Ed ancora, il Signore disse: "Seguimi”, e come Matteo, io chiusi il mio ufficio, mi alzai e Lo seguii."1

Egli donò tutti i suoi averi e cominciò un lavoro evangelico indipendente.

Era l’aprile 1907 quando chiuse la porta del suo ufficio per l’ultima volta e fece in modo che tutto quello che aveva sul suo conto corrente in banca fosse dato a diverse istituzioni religiose ed educative. Il Dr. Lake quindi diede vita ad un’opera evangelica indipendente con un dollaro, facendo affidamento unicamente sul Signore, lungo le linee di fede di George Mueller e di Hudson Taylor nella ‘China Inland Mission’.

Nei mesi seguenti, egli predicò ogni giorno a grandi congregazioni, con grandi risultati. Molte persone accettarono Cristo come lo Signore e Salvatore, altre furono guarite da malattie, ricevendo il battesimo nello Spirito Santo come era descritto negli ATTI 2:38-39.

Mentre era ad un incontro nell’ Illinois del Nord, il Signore gli parlò e lo guidò fino ad Indianapolis per preparare la campagna invernale. Egli fu indotto ad acquistare una grande sala, e poi gli venne detto che sarebbe dovuto andare in Africa in primavera:

Sul suo viaggio per il Sud Africa ebbe prova di molti miracoli della provisione di Dio.

Egli arrivò con i missionari in Sud Africa, il 15 maggio 1908. Prima di poter partire, dovette versare 125$ al dipartimento di immigrazione. Non aveva soldi, ma rimase comunque in fila con color che stavano facendo il pagamento, e credeva che anche a questa tarda ora “Dio avrebbe provveduto ai suoi bisogni” (FILIP 4:19), all’improvviso entrò un uomo, che gli toccò le spalle e gli chiese di lasciare un attimo la fila. Gli porse un assegno da $ 200 e disse, “Mi sento di darti questo aiuto per il tuo lavoro”.

All’arrivo a Johannesburg si verificò un altro miracolo: una donna intercettò la famiglia Lake alla stazione ferroviaria, e si informò del numero di bambini presenti e disse: “Il Signore mi ha mandata per conoscervi e per offrirvi una casa.” Dr. Lake ricordò questa risposta ad una preghiera dell’offerta di un affitto gratis di una casa offerto da una signora che non aveva mai visto prima:  “Quello stesso pomeriggio, andammo a stare in una casetta ben ammobiliata in periferia, di proprietà della nostra benefattrice, la Sig.ra C.L. Goodenough di Johannesburg che rimane fino ad oggi la nostra cara amica e una lavoratrice nel nome del Signore.”2

Migliaia di vite sono state trasformate attraverso il potere di Dio in quegli anni in Sud Africa, e la parola di Cristo fu diffusa da per tutto, ai Britannici, agli Olandesi, alla gente del posto, 125 congregazioni di bianchi e 500 congregazioni di neri furono create in così poco tempo.

Dopo aver trascorso 5 anni in Sud Africa ed aver perso la sua prima moglie per un infarto (molto probabilmente dovuto alle fatiche dell’opera missionaria), Lake ritornò negli Usa e cominciò a viaggiare per circa un anno, e poi si risposò con la Sig.ra Florence Switzer di Milwaukee, Wisconsin, nel 1913.

Nel corso del suo ministero negli USA, Spokane diventò la “città più salubre d’America”, con 100.000 guarigioni confermate.

Nel 1914, egli aprì “le Stanze della guarigione” a Spokane nello stato di Washington, dove ci furono  più di 100.000 guarigioni scientificamente provate nell’arco di solo 5 anni. Questo doveva essere il climax della sua opera di vita; come risultato del suo ministero in quel periodo, Spokane fu conosciuta come la “città più salubre d’America”, come Zion City, dove John Alexander Dowie fu ministro qualche anno prima.

John G. Lake, sebbene il suo potente ministero di guarigione non lo soddisfacesse, notò che molti ministeri erano falliti perchè essi si fondavano su una sola cosa: parlare in lingue, guarigioni, potere , ecc. John G. Lake cercò di insegnare alla gente la profondità della Parola di Dio ed il modo giusto di vivere, per esempio essere come Cristo nel carattere, nel pensiero, e nelle azioni, e che tutti coloro che sono stati chiamati da Dio saranno liberati dalle catene con cui Satana li tiene legati:

"Vi dirò quello che dice Dio, “abbandonate i vostri peccati e poi seguitemi, vi perdonerò” Egli non dice “continuate a peccare e io vi perdonerò”. Egli dice “abbandonate la vostra avarizia, smettetela di farvi prendere in giro dai dottori, dal demonio, abbandonate  i vostri vecchi costumi, e seguitemi, io vi libererò” questo è l’unica strada verso Dio, l’unica strada in Dio.

Quindi una consacrazione cristiana non è solo la consacrazione del suo spirito a Dio, nè solo della sua anima. È la consacrazione del corpo, dell’anima e dello spirito, l’intero uomo, tutto ciò che fa parte di noi, ed essa ci distacca nettamente dal nostro bisogno di chiedere aiuto alla carne, al mondo, al demonio. 3

Quindi aumenta nel cuore il desiderio e la preghiera per lo Spirito di Dio di espellere, crocifiggere e distruggere ogni intenzione d’opposizione allo Spirito Santo. Non pensate di poter anelare il massimo in Dio fino a che non il desiderio, nel più profondo di voi stessi; di essere come Lui, che diede la Sua vita per noi, possiede i vostri cuori.

Non pensate di poter entrare nella corte di Dio con i vostri indumenti macchiati. Non pensate che il paradiso possa sorridere ad una natura macchiata dal contatto con il male. Non pensate che Dio possa dimorare in dei templi ove ardono le fiamme dell’odio. No! il cuore dell’uomo deve essere per prima cosa purificato dal fuoco santo e ripulito di ogni macchia dal sangue purificatore. Sapete che colui la cui natura è affine a Dio deve sentire il potere purificatore di Cristo in lui." 4

Nel maggio 1920, il Dr. Lake si trasferì a Portland, in Oregon, per creare la stessa opera della sua chiesa a Spokane. In pochi anni, questo ministero di Portland stava avendo in Oregon gli stessi effetti che aveva avuto nel Pacifico del Nord-Ovest.

John Lake fece nascere la fede nel suo pubblico ed aveva enfatizzato la consapevolezza di “Cristo in noi - la Speranza della Gloria"

Il ministero del Dr. Lake era insolito, senza esagerare. Egli aveva la rimarcabile abilità di creare fede nei cuori dei suoi ascoltatori.  Gordon Lindsay non fu un’eccezione; avendo seguito il ministero del Dr. Lake con grande rispetto ed ammirazione, un giorno sentì il bisogno della fede di quel grand’ uomo. Egli fu colpito da un avvelenamento da ptomaina e rimase per alcuni giorni sospeso tra la vita e la morte.

Il Dr. Lake pregò per Gordon, e sebbene la guarigione non si verificò subito e visibilmente, egli affermò con fiducia che il Signore aveva risposto alla sua preghiera. La signora Lake portò al reverendo Lindsay alcuni dei sermoni scritti che suo marito le aveva dato di recente, e mentre li leggeva, nel suo cuore si accese immediatamente fede. Gordon si alzò da quello che molti pensavano fosse il suo letto di morte, era invece istantaneamente guarito.

John G. Lake Mentre era a Portland, il Dr. Lake  aveva sperato di poter creare una catena di missioni guaritive come le sue opere a Spokane e a Portland. Tuttavia, sebbene non fosse molto in là con gli anni, egli viveva con grande intensità che aveva il suo prezzo. Infatti, si fece apparente il declino della forza e della vitalità che lo avevano caratterizzato.

Egli sembrava incapace di unire la sua visione spirituale con la forza fisica che era richiesta per andare avanti. A Houston, in Texas, aveva avuto inizialmente successo nel fondare una chiesa, ma fu poi costretto ad abbandonare le cose per stare vicino al suo figlio maggiore che aveva avuto un incidente gravissimo che gli era quasi costato la vita, e non fece più ritorno a Houston.

Per un certo periodo, egli servì le chiese della California e poi fece ritorno a Portland per un breve lasso di tempo. In seguito, ritornò a Spokane, dove pasturò fino alla sua morte.

In occasione del Labor Day del 1935 (la festa del lavoro), il Dr. e la Signora Lake parteciparono al picnic della scuola domenicale. Lui ritornò a casa molto stanco e dopo una cena calda, si sdraiò per riposare. Quel pomeriggio in chiesa c’era un oratore ospite quindi la Signora Lake lo pregò di rimanere a casa e lei invece andò in chiesa al posto suo. Quando ritornò a casa, scoprì che il marito aveva avuto un infarto in sua assenza. Egli rimase a casa per due settimane, per lo più incosciente, fino al 16 settembre 1935, quando lasciò per sempre sua moglie per passare l’eternità con il suo maestro e creatore che aveva così tanto amato.

 

Il ministero di John Lake fu un grande esempio di fede in opera. Lui condusse una vita straordinaria e credeva che OGNI cristiano deve condurre una vita simile, sperimentendo la completezza di Cristo. Lake non smise mai di esortare gli altri di cercare questa completezza che Dio è pronto e volenteroso a donarci. 

Lui non disse mai che non ci sarebbero stati problemi e difficoltà, ma il prezzo dell’essere un figlio/a di Dio era la meta che John Lake desiderò per tutti coloro che egli serviva e che avevano il coraggio di credere che la Parola di Dio è vera … tutta. Quando la sua fede fu messa in pratica, si verificarono dei miracoli. Giudichiamo noi stessi e chiediamo a Dio di consacrarci con lo stesso potere poiché crediamo nella sua chiamata per le nostre vite.

  • 1. John G. Lake, The Complete Collection of His Life Teachings, Compiled by Roberts Liardon, Whitaker House Publishers (1999), 80.
  • 2. Ibid, at 748-749.
  • 3. Ibid, at 115.
  • 4. Ibid, at 196.