Parlare in nuove lingue è la prova del battesimo dello Spirito Santo

Nuove lingue istituite da Dio, benchè disprezzati dall'uomo ...

Molti guardano di traverso quando un individuo o una chiesa riflettono La Parola di Dio nella sua pienezza, e realizzano completamente La Parola di Dio come Lui ci ha comandato di fare. Le dispute sorgono particolarmente quando si cita La Parola di Dio per la via della salvezza.

"E Pietro disse loro: Ravvedetevi (cambia proposito), e ciascun di voi sia battezzato (cioè immersi) nel nome di Gesù Cristo, in remission de’ peccati; e voi riceverete il dono dello Spirito Santo" – con la testimonianza di parlare in nuove lingue - ATTI 2:38

Sorge molto disaccordo anche quando appare che La Parola di Dio ci comanda di adorarlo nel nuovo linguaggio che il Signore mette sulle labbra di una persona quando Egli converte questa persona alla ‘via’ cristiana. Tuttavia non c’è né confusione né disaccordo nella Parola di Dio, ed Egli comanda alle genti di fare come Egli dice, non come vogliono fare loro:

"Se voi mi amate, osservate i miei comandamenti" (GIOVANNI 14:15).

Troviamo che Dio dice in GIOVANNI 4:23 and 24:

"Ma l’ora viene, e già al presente è, che i VERI ADORATORI adoreranno il Padre in spirito e verità; perciocché anche il Padre domanda tali che l’adorino. Iddio è Spirito; perciò, conviene che coloro che l’adorano, l’adorino in spirito e verità."

Vedi 1 COR 14:14 dove l’apostolo Paolo ci illumina sulla sua capacità di pregare nel nuovo linguaggio dello Spirito. Leggi anche il versetto 18.

Notiamo che la scrittura in GIOV 4 definisce il termine ‘veri adoratori’ precisando che ci sono adoratori (ma non ’veri’) la cui adorazione non è accettata da Dio perché queste preghiere non sono nello Spirito (cioè nei nuovi linguaggi che Egli da).

Dio ha messo sulle labbra di molta gente i nuovi linguaggi miracolosi il giorno della Pentecoste (circa cinquanta giorni dopo la crocefissione di Cristo) – ATTI 2:1-4. Quel giorno la chiesa cristiana era nata e questi nuovi linguaggi hanno inneggiato alle opere di Dio (vedi versetto 11). 

ATTI 2:37–39 indica a tutta l’umanità, l’intera via della salvezza di Dio. Non esiste compromesso con La Parola di Dio! Vediamo in GIOV 16:14 che lo Spirito di Dio (quando preghiamo in lingue) glorifica Gesù e lo rivela. Inoltre nei ATTI 2:11, c’è mostrato come lo Spirito glorificasse Dio mentre essi pregavano nei nuovi linguaggi: Dio comanda che questo sia 'OBBLIGO' per quelli che Lo adorano (coloro che sono salvati) – GIOV 4:24.

Perché dunque, quando La Parola di Dio è tanto chiara, deve esserci tanta ribellione e confusione nel mondo oggi a questo proposito? La Parola di Dio ci dice perché! Perché l’uomo e le vie dell’uomo saranno in inimicizia con Dio – GIOV 4:4, 1 GIOV 2:15-16, ISA 55:8-9. Questa inimicizia e molto chiara in queste scritture.

LUCA 2:34 "E Simeone li benedisse, e disse a Maria, madre di esso: Ecco, costui è posto per la ruina, e per lo rilevamento di molti in Israele; e per segno al quale sarà contradetto.”

Notiamo che La Parola di Dio dice in ATTI 28:22 che ‘cotesta setta’ fu contradetta da per tutto.

ATTI 2:22 dice: "Uomini Israeliti, udite queste parole: Gesù il Nazareno, uomo di cui Iddio vi ha date delle prove certe con potenti operazioni, e prodigi, e segni, i quali Iddio fece per lui fra voi, come ancora voi sapete.”

ISA 66:18 e 19 ci dice che questi segni saranno tra la Sua gente

Si dice che gli uomini che pregano nello Spirito (cioè nei nuovi linguaggi che Dio ha dato miracolosamente), sono eretici, fanatici e cosi via. La Parola di Dio ci avverte che la gente dirà queste cose:

ATTI 24:14 "Ora, ben ti confesso io questo, che, secondo la professione, la quale essi chiamano setta, cosi servo all’Iddio de’padri, credendo a tutte le cose che sono scritte nella legge, e ne’ profeti."

Nota anche versetto 25 degli ATTI 24 che dice:
"E, ragionando egli (Paulo) della giustizia, e delle temperanza, e del giudizio a venire, Felice, tutto spaventato, rispose: Al presente vattene; ma un’altra volta, quando io avrò opportunità, io ti manderò a chiamare."

Se Paolo, che era per 'la via' con la forza di Dio, causando il governatore Felice di tremare, anche noi dovremmo mantenere La Parola di Dio, seguire le vie di Dio e facendo causare Dio di fare tremare le nazioni e girarsi a Lui. Perche parlare contro la 'Via di Dio' sé il popolo ha cosi tanto bisogno di lei? Perché parlare contro La Parola di Dio, per poi essere giudicato?

EBR 13:15 dice: "Per lui dunque offriamo del continuo a Dio sacrifici di lode, cioè: il frutto delle nostre labbra confessanti il suo nome."

Questa scrittura e stata scritta agli Ebrei, che erano pieni dello Spirito.

Altre scritture rilevanti sono:
ATTI 10:44-48 (versetto 46 ci dice come loro sapevano di essere pieni di Spirito Santo.)
ATTI 11.15-17 (Pietro era presente al giorno di Pentecoste.)
ATTI 19:1-6.

La Parola di Dio in DEUT 4:2, PROV 30:6 ed ECCL 3:14 avvertono ogni persona di non aggiungere e di non diminuire niente dalla Parola di Dio, PERO’ di accettare cosa e stato scritto da uomini inspirati dallo Spirito Santo.

'Il frutto delle labbra' di quelle persone che Paolo scrive in EBR 13:15 include il nuovo, miracoloso linguaggio dato da Dio con lo Spirito Santo.

Tutte queste scritture dovrebbero essere chiare dai 'nuovi nati' figli di Dio (GIOV 3:1-7) dappertutto (ANCHE le persone non salvate, dovrebbero ascoltare cosa Dio ha scritto).

Ricordati, che lo Spirito Santo glorifica Dio pregando nella nuova lingua (ATTI 2:11), pregando secondo la Sua volontà (ROM 8:26-27), glorificando e rivelando Gesù ai credenti (GIOV 16:14).

Gesù ha detto che questi segni seguiranno chi crede. Non ha detto che questi segni seguiranno gli increduli e i critici. Perciò vediamo che nessuno ha diritto a cambiare la via indicata da Dio nella Sua Parola! TUTTI devono rifiutare compromessi con La Parola di Dio.

Notiamo in 1 PIETRO 2:6 che Dio dice che è stata posata una pietra del capo del cantone (cioè Gesù Cristo, che è La Parola di Dio). I versetti 7 e 8 ci dicono:
"A voi dunque, che credete (che fidate e aderite Gesù) ella è quella cosa preziosa; ma a’disubbidienti è come è detto: La pietra, che gli edificatori (gli Ebrei) hanno riprovata, è divenuta il capo del cantone, e pietra d’incappo, e sasso d’intoppo. I quali s’intoppano nella parola, essendo disubbidienti; a che ancora sono stati posti."
GIOV 1:1-14 ci ricorda che Gesù Cristo è La Parola di Dio. Siccome la gente non ubbidisce alle parole di Gesù e rifiuta di obbedirle, v’inciampa contro. Gesù ha detto:

"Se voi mi amate, osservate I miei comandamenti" (GIOVANNI 14:15). 

LA PAROLA DI DIO E’ CHIARA !!

LA PAROLA DI DIO NON HA BISOGNO DI ESSERE INTERPRETATA – MA ATTUATA !

Dobbiamo sempre ...

ESALTARE IL NOME DI GESU’ CRISTO NOSTRO REDENTORE, BATTEZZATORE, GLORIOSO SIGNORE, E RE A VENIRE.

...E non c’è altro modo di far ciò che spiegare agli altri la via della salvezza cosi come sta scritta nella Parola di Dio, leggendo e obbedendo quella parola, e adorando Dio pregandolo nei nuovi linguaggi celesti suggeriti da Lui stesso al suo popolo quando sono salvati dalla sua grazia.

QUESTO CHIESA NON ACCETTERA’ NESSUN COMPROMESSO SULLA PAROLA DI DIO !

ATTI 2:37-38 "Or essi, avendo udite queste cose, furon compunti nel cuore, e dissero a Pietro, ed agli altri apostoli: Fratelli, che dobbiam fare? E Pietro disse loro: Ravvedetevi, e ciascun di voi sia battezzato nel nome di Gesù Cristo, in remission de’peccati; e voi riceverete il dono dello Spirito Santo."